Utilizziamo i cookie per migliorare l'usabilità del nostro sito web e per migliorare la qualità della tua navigazione.

Cliccando su "Continua" oppure continuando la navigazione di questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Per disattivarli, si prega di fare riferimento alla nostra politica cookie. Maggiori Info

Met Gala 2018

Met Gala 2018 

L'appuntamento più atteso del fashion system 

Ideato da Eleanor Lambert nel 1948, Il Met Gala, conosciuto anche come Costume instituite Gala nasce come foundraising in favore del Metropolitan Museum of Arts Costume Institute di New York, ideato per sostenere la creatività e l'innovazione è oggi grazie a Diana Vreeland prima e ad Anna Wintour oggi, uno degli eventi più importanti d’America, secondo solo agli Oscar. 
Ogni anno la serata di gala rappresenta l’inaugurazione di una mostra annuale il cui tema ispira anche il dress code del party. 



Quest’anno il titolo della mostra è stato Heavenly Bodies: Fashion and the Catholic Imagination, creando per l’occasione un legame tra corpo, moda e religione. 
Più di 40 i pezzi provenienti dal Vaticano, come la papalina di seta e oro di Papa Benedetto XV, affiancati da abiti di Donatella Versace e John Galliano, sono stati esposti alla mostra.

Indagando quanto e come l’iconografia cattolica abbia avuto sulla moda una potente influenza, creando una liason tra sacro e profano.

L’evento rappresenta un momento importantissimo per gli stilisti che vestono le celebrity dando prova della loro eleganza ed originalità.

Per celebrare la mostra Heavenly Bodies, il Met ha lanciato una linea di cosmetici in collaborazione con Pat McGrath: si tratta di una palette di ombretti e del nuovo gloss LUST Aliengeli realizzati in limited edition PAT McGRATH LABS x The Met ovvero con uno special pack che riporterà alcuni art work della collezione in mostra. 
I merchandising must have non riguardano solo il make-up, sarà infatti possibile acquistare le T-shirt Versace in edizione speciale con una serie di stampe di gioielli realizzate da Donna Distefano e ispirate agli anelli papali del Rinascimento, al memento mori, rosari religiosi o alla collana della Vergine.

Lo scorso anno l’evento è riuscito a raccogliere 13.5 milioni di dollari. Come? Per partecipare è necessario avere un biglietto, il cui costo parte dai 30 mila fino ad arrivare ai 275 mila dollari.

Tra i look del red carpet troviamo una variazione di styling che va dall’austerità del bianco e nero fino a forme più ridondanti ed opulente del pieno Barocco e gli accessori non possono che seguire questo trend richiamando elementi che alludono al sacro.
Dai rosari alle croci, tutte le celebrità avevano copricapi ingioiellati, tiare o veli impreziositi da cristalli, pendenti e anelli oversize.

La croce, uno degli ornamenti più antichi, da sempre simbolo della fede cristiana, completa il look total Black di Bella Hadid.
Di grandi dimensioni quella indossata da Taylor Hill o multipla come quella indossata da Kim Kardashian.
Non può mancare il rosario portato rigorosamente in mano da Lily Collins.

Grande protagonista ?
La testa, adornata ed impreziosita in modi più disparati: tra visioni diaboliche e angeliche come poteva mancare l’aureola declinata in più versioni: essenziale per la modella Rosie Huntington, bizantina per Kate Upton, romanica per Solange Knowles, raggiante per Blake Lively.

Madonna calpesta il red carpet con una tiara coperta di croci.

Non sono mancati veli gioiello come quello di Olivia Munn e Priyanka Chopra .

Ma non sono state solo donne ad osare sul carpet, Jared Leto ha dimostrato che anche un uomo può portare la tiara, richiamando l’immagine di Gesù Cristo.

Copricapi teatrali che ricordano la mitra papale per Rihanna...

....o un ricco Presepe portato sulla testa da Sarah Jessica Parker

Post A Comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.